INFORMAZIONI

COS'E' IL PAINTBALL

IL PAINTBALL  fu ideato nel 1976 da Hayes Noel, Bob Gurnsey e Charles Gaines e fu giocato per la prima volta nel New Hampshire usando una pistola a vernice per segnare gli alberi. Il Paintball è diventato rapidamente popolare, specialmente negli USA ed ha raccolto una folta schiera di partecipanti in tutto il mondo diventando una disciplina sportiva che racchiude lo Speedball, il Woodsball e lo Scenario. 

Il Woodsball è la disciplina che viene giocata nelle aree boschive riservate e consiste nel rubare la bandiera avversaria posta in luoghi complessi ad arrivare. Data la velocità d’impatto (al massimo 300 piedi al secondo, 328 km/h per le competizioni internazionali), il fil (l’involucro esterno) della Paintball si rompe al contatto con l’obiettivo, rilasciando il contenuto sulla tuta dell’avversario. Contrassegnato una volta da un “Player”, un giocatore è eliminato e per rientrare deve attendere un tempo prestabilito o l’inizio della partita successiva. Questo gioco viene regolarmente praticato anche a livello agonistico, in competizioni e campionati in tutto il mondo. 

Lo Scenario è un tipo di gioco ambientato appunto in uno scenario che può rappresentare rievocazioni storiche, futuristiche o simulazioni e può durare ore o addirittura giorni e può ospitare un elevato numero di giocatori. Ogni squadra deve completare una serie di missioni per raggiungere la conquista della “bandiera” posta in un certo punto dello scenario. I giocatori possono indossare costumi specifici a tema come delle uniformi militari o simili. Di solito i campi hanno delle dimensioni maggiori rispetto a quelli di Woodsball e solitamente sono posti in campi boschivi in località remote. Per renderlo più divertente, all’interno del campo vi sono degli oggetti di scena che aiutano anche il ruolo del giocatore. In uno scenario ci possono essere anche più di due squadre. 

Lo Speedball, invece, può essere giocata in tre modalità differenti: eliminare l’intera squadra avversaria colpendoli o marcandoli con delle palline di gelatina riempite di gel vivacemente colorato, sparate mediante appositi strumenti ad aria compressa chiamati marker (marcatori); “rubare” la bandiera avversaria cercando di farsi strada fra gli avversarsi senza farsi marcare; premere un bottone sonoro posto sulla base dello starting avversaria e vince chi suona per primo. Quest'ultima è la più classica a livello europeo e nazionale e viene definita il “push the botton”. 

REGOLAMENTO 1. CAMPO DI GIOCO: TIPOLOGIA E REQUISITI 

1.1.Il campo da gioco per la branca Speedball, consiste in un’area spianata, priva di ostacoli naturali o artificiali che possano creare danno ai giocatori, e deve essere abbastanza morbida da attutire le cadute, scivolate e ogni azione fisica a contatto diretto senza recare danni o abrasioni ai giocatori. La superficie di un campo da Paintball può essere caratterizzata da: 

erba vera;

turf o moquette sintetica;

terra morbida;

erba sintetica.

Non sono ammesse superfici caratterizzate da ghiaia, asfalto, pavimentazione industriale. 

1.2. L’area di gioco è delimitata lungo il perimetro del terreno dove le reti di sicurezza devono avere un’altezza non inferiore ai 4.50mt (compresa quella della Safety Zone, ovvero zona di sicurezza dove sono presenti i marcatori armati). Le maglie delle stesse devono essere non superiori ad una grandezza di Paintball calibro 0.50 e devono resistere ad un impatto ravvicinato per un calibro 0.68. La rete è idonea se tali Paintballs non la forano. Essa dovrà essere distante almeno 1.5 mt dal margine del campo di gioco. Il margine del campo deve essere ben visibile. Suddetta rete non deve presentare tagli, strappi o parti dove la paintball potrebbe trovare sfogo. Nel caso in cui venga lacerata è possibile ripararla a mezzo toppa di altrettanto materiale idoneo alla sicurezza. La riparazione non deve presentare lacerazioni. I pali per la rete di sicurezza devono essere conformi alle norme ASL vigenti in materia di campi sportivi per chi costruisce su aree adibite ad uso sportivo con regolari richieste al Comune. Per i terreni agricoli, invece, i pali dovranno avere caratteristiche adatte a sorreggere la rete di sicurezza in modo non pericoloso e adatto a garantire la sicurezza sia dei giocatori che degli spettatori. Per l’istallazione dei pali si rimette al regolamento urbanistico del comune di competenza. Il campo dovrà prevedere almeno un’area di sicurezza (Safety Zone) grande abbastanza da garantire lo spazio vitale e la sicurezza per tutti i giocatori presenti all’interno (se ne consiglia 9x3mt). Essa dovrà essere delimitata da 4 lati recintati, più la parte superiore rivolta al cielo, con rete di sicurezza atta a consentire l’ingresso e l’uscita dei giocatori nel pre-partita e la sosta dei giocatori eliminati o espulsi temporaneamente. È consentito l’utilizzo di Arene Gonfiabili in sostituzione della recinzione fissa, a patto che siano provviste di reti di sicurezza e Safety Zone con regolare certificato di costruzione, ignifugazione dei materiali e soffiatori a norma CEE. 

1.3. Il campo di gioco regolamentare da Speedball è di 36 x 48 mt, con un margine di + o - 5 mt per lato laddove non sono possibili le suddette misure. E’ consigliabile lasciare un margine perimetrale interno alla recinzione di circa 1.10mt per permettere a giocatori, fotografi, arbitri ed addetti al campo di camminare senza intralciare il gioco. Questa è l’unica misura riconosciuta a livello agonistico.

1.4. È concessa la realizzazione di misure diverse ad esempio 20 x 25 mt o misure similari di proporzione adeguata, queste misure non sono riconosciute a livello agonistico ma sono attuabili per il rental. 

1.5. Gli ostacoli interni all’area di gioco devono distanziare dalla rete circa 1,10 mt e sono denominati Bunker, strutture gonfiabili atte esclusivamente a proteggere i giocatori dall’arrivo delle Paintballs e hanno forme e dimensioni diverse. Per un campo Speedball, i Bunker da installare nel campo vanno da un minimo di 2 ad un massimo di 50. Per questa disciplina si fa riferimento per l’istallazione del layout agonistico al programma europeo Millennium Series o Americano PSP o alla World Cup Asia. Il layout, la forma o i colori dei Bunker sono a scelta del gestore del campo. Non sono ammessi in alcun modo ripari in legno, gomma, plastica, pneumatici, balle di fieno, bidoni, sacchi di sabbia. Si fa esclusione per il woodsball e lo scenario al materiale del legno salvo che esso sia trattato con materiali ignifughi ed ai sacchi di sabbia con involucro esterno ecosostenibile (tnt, canapa, materiale vegetale,….) e che tutte le estremità, vengano protette con materiale morbido che possa attutirne l’impatto con il giocatore e che non arrechi alcun danno fisico; fatta particolare attenzione specie per spigoli e parti finali di pannellature. L’attacco al suolo dei ripari e dei Bunker deve essere sistemato in modo da non recare intralcio durante le fasi di gioco.

 1.6. Tutte le tipologie di campi da Paintball devono essere dotati delle seguenti attrezzature: ¾ Compressore ad Aria compressa da 4500 psi; ¾ Bombola ad aria certificata CEE almeno da 50Lt;  Panel Fill Station con una o due postazioni di ricarica per i relativi marcatori , Compressore, bombola dovranno essere sistemate in un’area in piena sicurezza che non arrechino danno di alcunché in caso di esplosione. La zona deve essere regolamentata da cartelli di “pericolo”. Le bombole devono essere fissate a carrelli o strutture fisse in modo da evitarne la caduta. La fill station potrà essere fissata ove meglio il responsabile del campo lo riterrà opportuno.  Cassetta di sicurezza per il Primo Soccorso per l’Automedicazione;  Cronografo per la verifica dei marcatori da parte dell’arbitro prima di iniziare a giocare. 

1.7. Crono Area (in caso di competizioni), zona ben delineata, recintata su tutti i lati con relativa rete e lontana dal terreno di gioco e dalla SafetyZone ove è possibile settare il proprio marcatore prima di una competizione con appositi cronografi.

 1.8. L’attività sportiva è regolamentata dalle leggi attualmente vigenti seguendo il codice civile e penale italiano e secondo il registro del Coni. 

1.9. Il Woodsball e lo Scenario non hanno misure minime e massime; tutta l’area di gioco dovrà essere delimitata con le reti, vedi punto 1.2 di tale regolamento. 1.10. Su tutto il perimetro del campo delineato dalla rete dovranno esserci dei cartelli ben visibili, disposti ad altezza visiva almeno di 1.50 mt dove si fa presente di stare lontani dalla rete di protezione con almeno 1mt; Si consiglia un’ulteriore recinzione con rete metallica per un’altezza di almeno 1mt per tutto il perimetro del campo.

 2. GLI ARBITRI 

2.1. Ogni partita deve prevedere la presenza di almeno 1 arbitro di campo e un massimo di 9 più un arbitro esterno che supervisiona i game. Per ambito agonistico si richiedono 10 arbitri, 9 in campo ed uno esterno in supervisione.

 2.2. Gli arbitri non possono fornire informazioni durante il gioco, eccetto comunicare il rispetto delle norme di sicurezza, gli avvertimenti, le neutralità e le eliminazioni.

 3. ABBIGLIAMENTO DI GIOCO

 3.1. L’abbigliamento di gioco, salvo competizioni sportive, è a discrezione del giocatore.

 3.2. È assolutamente vietato utilizzare scarpette con tacchetti, punte o parti metalliche appuntite. È assolutamente vietato anche l’abbigliamento che simula il vestiario delle forze armate. 

4. PROTEZIONI 4.1. Le maschere di protezione usate dai giocatori e da tutti gli altri in una zona “goggle on” devono essere prodotte appositamente per la pratica del Paintball, in buone condizioni e con lenti non danneggiate. Queste maschere devono incontrare o oltrepassare gli standard ASTM. L’associazione è obbligata a segnalare la zona dove il giocatore deve indossare la maschera. 

4.2. I giocatori possono indossare uno strato di protezioni imbottite all'avambraccio, al gomito, allo stinco e al ginocchio e una protezione al collo. Queste protezioni devono essere indossate sotto l’abbigliamento. 

4.3. I giocatori possono indossare pantaloni con imbottitura per agevolare la scivolata. 

5. MARCATORI

 5.1. I giocatori possono utilizzare un solo marcatore durante il gioco.

 5.2. Il marcatore deve essere limitato a tirare un massimo di 10 Paintballs per secondo, due colpi consecutivi devono avere un intervallo di minimo 65 ms e la velocità deve essere di massimo 230 fps (300fps per le competizioni). Sono vietati tutti i marcatori automatici. Ad ogni pressione di grilletto corrisponde un tiro, si fanno esclusioni i marcatori elettronici i quali hanno la predisposizione alle raffiche di 10 Paintballs alla pressione di tripla pressione del grilletto. I marcatori elettronici non possono essere regolati elettronicamente o meccanicamente durante il gioco. 

5.3. Il corretto montaggio e messa in sicurezza del marcatore è il seguente, corpo marcatore, avvitamento canna, messa in sicurezza con calza il marcatore, loader e bombola. Il calzino di sicurezza non deve essere mai rimosso fuori dal terreno di gioco, nell’accadimento è facoltà del responsabile del campo o del presidente dell’associazione decidere di eventuali provvedimenti. 

6. ALTRE ATTREZZATURE 

6.1. I giocatori sul terreno di gioco possono portare qualsiasi tipo e quantità di pod ma non bombole o loader aggiuntivi.

6.2. Si fa divieto assoluto di dispositivi incendiari o fumogeni.

 PAINTBALLS 

7.1. Tutte le Paintballs di calibro 0.68 e 0.50 devono rispettare i parametri ambientali per la legge italiana e le tutte le legislazioni europee. L’involucro esterno, chiamato fill, deve essere della consistenza tale che all’impatto con il giocatore deve esplodere rilasciando un gel di colore ben visibile. 

7.2. Le Paintballs devo essere biodegradabili al 100% in pochi giorni. Il gel interno è obbligatoriamente vegetale come lo deve essere il fill, vegetale o animale. 

7.3. Sono vietate le Paintball tossiche, modificate o indelebili e tutte le Paintballs che possono arrecare danno ai giocatori o alle cose. 

7.4. Le Paintballs devono assolutamente essere certificate ed interamente biodegradabili.

 NB: tutte le regole sulla sicurezza vanno rispettate anche nelle modalità di Woodsball e Scenario.Il paintball è uno sport il cui scopo è eliminare l'avversario colpendolo con delle palline di gelatina riempite di vernice vivacemente colorata, sparate mediante appositi strumenti ad aria compressa chiamati marker (marcatori). Data la velocità d'impatto (al massimo 300 piedi al secondo, 328 km/h per le competizioni internazionali), la capsula del proiettile si rompe al contatto con l'obiettivo, rilasciando il contenuto sulla tuta dell'avversario. Contrassegnato una volta da un "paintball", un giocatore è eliminato e per rientrare deve attendere un tempo prestabilito o l'inizio della partita successiva. Questo gioco viene regolarmente praticato anche a livello agonistico, in competizioni, campionati in tutto il mondo e tornei. Il paintball non è un gioco di simulazione bellica ma alcuni tipi di gioco, in particolare il Woodsball, ricordano il softair, attività che utilizza riproduzioni di armi vere caricate con pallini di plastica o di ceramica, e soprattutto si basa su simulazioni di tattiche militari.



 

Paintball Shop Italia


 

Indietro
Il tuo indirizzo IP è: 54.81.69.220
Partita I.V.A: 03180960837
Copyright © 2019 PaintBall Shop Italia. Powered by Zen Cart
Effettua la registrazione a PayPal e inizia ad accettare pagamenti tramite carta di credito immediatamente.